PROCOMGROUP / Reggio Emilia

Procomgroup
tutti i lavori Abruzzo Brescia Cilento Cremona Enna Ferrara Piacenza Reggio Emilia Udine
Apr052018

Reggio Emilia: un modello sociale da studiare.

Reggio Emilia

Reggio Emilia ha fama di essere città concreta popolata di creature “terragne”, ebbe a dire (volendo fare un complimento) il grande Francesco Guicciardini che per conto degli Estensi fu governatore di questa città nella prima metà del ’500. Terragna si può dire di gente vera, gente che appartiene alla sua terra, terra piana, per di più terra padana.

 

Ecco Reggio Emilia. La piena identificazione con il territorio e con le sue risorse ambientali, condizione necessaria per star bene insieme e con sé stessi, è il motivo lieto, il motivo ricorrente e sapiente che a lungo andare ha consentito a questa città di proporsi come un vero e proprio modello da studiare nel mondo. Soprattutto per tre ragioni: la particolarità del suo processo di sviluppo economico, l’efficienza dei servizi sociali e, forse più di tutto, il carattere avanzato e sperimentale delle sue scuole e degli asili. Per chi ancora non lo sapesse, qui si è fatta e si continua a fare pedagogia di prim’ordine.

 

Segnata da impeti improvvisi seguiti da lunghi laboriosi silenzi, la storia di Reggio Emilia sembra percorsa da un fiume carsico che segue sottotraccia la storia nazionale contribuendovi nei momenti decisivi con formidabili flussi di vitalità e tuttavia sempre con un grande senso della misura e della discrezione. Non c’è stato periodo cruciale della storia d’Italia in cui Reggio non abbia fatto la sua parte: dall’età dei Comuni ai giorni nostri, passando per quella specialissima epopea di patriottismo della primissima ora che ne fece una delle città simbolo del Risorgimento italiano, non per caso Reggio è la città del tricolore. Quel patriottismo delle origini altro non era che una delle forme in cui si è espresso a più riprese il cosiddetto spirito reggiano fatto di passione civile, senso acuto dell’indipendenza e naturale propensione alla solidarietà.

 

Tutto questo si respira a pieni polmoni nelle strade di questa città che si colloca sempre nella parte alta delle classifiche quanto a indici di benessere, di qualità dei servizi e di vivibilità. Ma – su questo concordano tutti – è sulla convivialità che lo spirito reggiano tocca le vette dell’eccellenza. Quanto a capacità di accogliere Reggio non la batte nessuno.